Le piastrelle per esterni in gres porcellanato sono tra i prodotti più utilizzati per la copertura di spazi all’aperto. Per fare una buona scelta è necessario tenere in considerazione alcuni elementi.

Gres per esterni guida e consigli utili
Piastrelle in gres porcellanato per esterni

Il primo passo è cercare di capire cosa definisce e caratterizza le piastrelle per esterni. La composizione del gres porcellanato è ingeliva, quindi l’impasto risponde perfettamente alle variazioni di temperatura legate ai cambi di stagione.

Il secondo elemento che distingue le piastrelle per esterni è la struttura superficiale che deve essere antiscivolo, in questo caso le aziende produttrici hanno stilato una classificazione di facile comprensione. Con il fattore “R” si definisce il grado antiscivolo delle piastrelle per esterni, di seguito una sintesi:

R9 aderenza normale (piastrelle da interni)

R10 aderenza media (piastrelle per interni ed esterni, ottime per balconi)

R11 aderenza elevata (piastrelle per esterni molto utilizzate in ambito rsidenziale)

R12 aderenza forte (utilizzate in ambiti lavorativi o in presenza costante di liquidi)

R13 aderenza molto forte (Lavorazioni alimentari e affini)

Altro fattore di fondamentale importanza nella scelta delle piastrelle per esterni è la destinazione d’uso:

  • Esterni carrabili
  • Esterni pedonali
  • Balconi e terrazze

La destinazione d’uso è importante anche per capire che tipo di piastrelle dobbiamo valutare, ci sono casistiche in cui dobbiamo arrivare a compromessi con la scelta estetica dei prodotti.

Esterni carrabili:

Devono sopportare il passaggio di automobili, è quindi necessario che i prodotti siano montati su massetti perfettamente planari, si consigliano piastrelle con dimensioni di piccolo taglio (15×30 cm) di almeno 8,5mm di spessore. Salendo con i formati è necessario avere piastrelle più spesse. In formato 30×30 è bene utilizzare piastrelle di spessore non inferiore al centimetro. Si possono valutare formati fino al 60×60 con spessore 2 cm. In caso di presenza di pendenze particolari sarà il posatore a stabilire un limite dimensionale delle piastrelle per esterni da utilizzare.

Esterni pedonali:

Tutte le piastrelle per esterni possono sopportare il tipo di calpestio e la pressione superficiale esercitata dalle persone. E’ bene valutare i formati in base alle pendenze delle superfici, solitamente è il posatore a indicare ed aiutare il cliente. In caso di aree ristrette è bene usare piastrelle di piccolo formato. Particolari attenzioni sono da tenersi in considerazione solo per strutture di pubblico accesso (centri commerciali, aeroporti ecc)

Balconi e terrazze:

In questo caso le dimensioni della superficie da rivestire è l’indicatore che consente di scegliere piastrelle per esterni di piccolo o grande formato. Se il balcone da pavimentare è sufficientemente ampio si potranno utilizzare prodotti di grandi dimensioni, come per esempio il gres effetto legno con piastrelle da 120 cm. In caso contrario per rispettare le pendenze di scolo sarà necessario valutare le dimensioni con il posatore.

Il gres porcellanato per esterni è sicuramente un materiale dalla notevole resistenza e dal grande effetto estetico è comunque necessario soprattutto per gli esterni fare una valutazione preliminare adeguata.

Sono molteplici le aziende che promuovono questi materiali, vi consigliamo quindi di farvi una prima idea sul web valutando aziende specializzate a cui potrete chiedere consigli ed opinioni.

Write A Comment